DANIMARCA - Groenlandia

Spedizione polare per tutti

  • Trekking , Viaggi avventura , Tour di gruppo
  • 8 giorni / 7 notti
  • Come da Programma

Groenlandia, una delle ultime frontiere del mondo moderno. Un viaggio nella terra degli Inuit, adatto a chi ha un forte spirito d’avventura e che desidera scoprire la natura nel suo stato più puro e constatare con i propri occhi il fenomeno del riscaldamento globale.
Un viaggio-avventura in un piccolo gruppo di massimo 12 partecipanti accompagnati da una guida di lingua italiana.
Il viaggio include dei passaggi su incredibili sentieri tra paesaggi di tundra, montagne, lingue glaciali, ghiacciai, una navigazione sulle placide acque dei fiordi ricoperte da iceberg a bordo di un’imbarcazione semirigida che ci permetterà di godere al meglio delle mille sfumature di questi ghiacci millenari. Il punto forza saranno i trekking e le  escursioni a stretto contatto con la natura incontaminata in uno dei luoghi più selvaggi sulla Terra, potremo avvistare numerose specie di fauna artica, vivremo tante emozionanti e originali avventure e, nelle serate più limpide, avremo il privilegio di osservare il magico fenomeno delle Aurore Boreali, visibili anche nella stagione estiva da metà agosto in poi.

PARTENZE CON GUIDA IN ITALIANO DA REYKJAVIK E DA COPENAGHEN (vedi date e prezzi)
DISPONIBILITA' PER ALTRE PARTRNZE CON GUIIDA INTERNAZIONALE: chiedi al tuo consulente di fiducia

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Dettagli

PROGRAMMA DEL VIAGGIO 


1° giorno: Qassiarsuk e la Groenlandia Vichinga
Volo da Copenaghen o Reykjavik Keflavik a Narsarsuaq. Incontro con la guida all’aeroporto e navigazione in imbarcazione semirigida lungo il fiordo Tunulliarfik generalmente circondati da iceberg galleggianti, fino ad arrivare a Qassiarsuk.
Visita guidata della cittadina anticamente chiamata Brattahlid, l’antica capitale della Groenlandia vichinga, dove si stabilì Erik il Rosso quando iniziò la colonizzazione della Groenlandia nel 985: avremo la possibilità di vedere le rovine della chiesa, dell’insediamento di Erik e di passeggiare per le strade del villaggio, abitato da circa 50 persone, quasi tutti contadini. Con il nome di Kujataa Greenland, nel 2017 questi luoghi sono entrati a far parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO per via delle caratteristiche di questo tipico villaggio, che rappresenta al meglio la pacifica convivenza tra popolazione Inuit e popolazione Vichinga ed è un luogo emblematico anche per capire le tradizioni, il lavoro, la cultura dei locali del tempo. In questi luoghi si stabilì anche Otto Frederiksen, che creò uno dei primi allevamenti ovini permettendo alla gente locale di stabilirsi definitivamente e di trovare dimora in queste terre.
Cena e pernottamento presso il rifugio Leif Eriksson o il rifugio di Tasiusaq.
 
2° giorno: Narsaq e accampamento di Qaleraliq
Trasferimento in imbarcazione semirigida attraverso il fiordo di Tunulliarfik tra numerosi iceberg in direzione dell’Inlandis (la Calotta Polare). Faremo una sosta per conoscere la città di Narsaq, la terza città del sud con i suoi 1500 abitanti e che ci offrirà la possibilità di entrare in contatto con la popolazione autoctona: ci sarà del tempo libero da dedicare a una passeggiata tra le vie su cui si affacciano tipiche casette di legno colorato, il mercato eschimese, il porto, il mercato delle pelli, la chiesa, il museo, ecc.
Torneremo a bordo dello zodiak per proseguire il nostro percorso attraverso uno spettacolare fiordo costellato di iceberg dalle forme svariate e dalle mille sfumature, fino a giungere all’accampamento di Qualeraliq, che sarà la nostra meravigliosa base per i prossimi giorni. L’accampamento è situato in una spettacolare spiaggia di sabbia fina davanti a tre enormi fronti glaciali del ghiacciaio Qaleraliq, che ci permetteranno di essere testimoni della maestosità della natura oltre che della sua fragilità. Il fenomeno del distaccamento di enormi pezzi di ghiaccio genererà un rumore forte che interromperà il silenzio di questi luoghi incontaminati.
L’accampamento è dotato di una grande tenda comune che funge da sala da pranzo, di una tenda equipaggiata dove si trova la cucina e da varie tende per il pernottamento. Cena e pernottamento in tenda tipo Domo nell’accampamento fisso di Qaleraliq.
 
3° giorno: Trekking al lago Tasersuatsiaq e vista panoramica dell’Inlandis
In mattinata cominceremo con un trekking fino al gran lago Tasersuatsiaquno dei più grandi del sud della Groenlandia, attraversando una desertica valle sabbiosa, per poi passare attraverso la tundra frondosa e raggiungere la cima senza nome di una montagna di 400 metri d'altitudine dalla quale si può ammirare una spettacolare vista del lago, della calotta polare, delle famose isole rocciose galleggianti chiamate “nunatak”, nonché la costa nord dell’isola e l’oceano Artico. Possibilità di avvistare i caribù, presenti in gran numero in tutta questa zona dove vivono allo stato brado, e di ammirare la varietà della flora presente in questi luoghi pieni d’incanto. Cena e pernottamento in tenda nell’accampamento fisso di Qaleraliq. 
 
4° giorno: Fronti glaciali ed escursione al ghiacciaio
In mattinata partenza in imbarcazione semirigida e avvicinamento ai fronti glaciali che percorreremo per più di 10 km ammirando le spettacolari pareti verticali che si gettano sul mare, gli iceberg e il distaccamento di enormi pezzi di ghiaccio. In passato, questi fronti glaciali ne costituivano uno unico, più grande, ma a causa degli effetti del cambiamento climatico esso si è diviso in tre fronti diversi.
Sbarco su un lato del fronte glaciale e inizio dell’escursione sul ghiacciaio: faremo un’indimenticabile camminata con ramponi (accessibile a tutti) attraverso una delle superfici ghiacciate più antiche del pianeta, esplorando le crepe, i seracchi e le varie formazioni di ghiaccio che conferiscono al ghiacciaio un incredibile aspetto labirintico. Una guida fornirà tutto l’equipaggiamento necessario per svolgere in modo sicuro l’escursione e accompagnerà il gruppo alla scoperta delle peculiarità dei ghiacciai del sud della Groenlandia. Un’esperienza unica, originale, eccitante che riesce a sorprendere tutti, sia quelli che per la prima volta vengono a contatto con questo mondo, sia quelli che già conoscono il mondo artico. Questa è sicuramente una delle zone più belle e una delle migliori escursioni di tutta la Groenlandia.
Cena e pernottamento in tenda nell’accampamento fisso di Qaleraliq.  
 
5° giorno : Igaliku e il ghiacciaio del Qooroq
Oggi torneremo a bordo dello zodiak per raggiungere Itilleq, dove prederemo parte a un’escursione a piedi: percorreremo lungo il Kongevejen o “sentiero dei re” per raggiungere il villaggio di Igaliku abitato da solo 40 abitanti con fama di essere il “villaggio più bello di tutta la Groenlandia”, dove si trovano le rovine di Gardar, l'arcivescovato e antica capitale religiosa della Groenlandia vichinga, la fattoria del vescovo norvegese – la più grande di tutta la Groenlandia – e l’insediamento della fattoria di Anders Olsen, l’unica architettura con case di pietra di Igaliku. Grazie alla sua importanza storica, anche quest’area è stata recentemente dichiarata parte del Patrimonio Mondiale dell’Unesco.  
Nel pomeriggio ritorneremo a Itilleq e riprenderemo la navigazione fino al fiordo del Qooroq, dove si può ammirare il fronte glaciale più spettacolare di tutta la regione navigando circondati da enormi iceberg e pezzi di ghiaccio che si sono staccati dal ghiacciaio stesso. Navigazione fino all’estremità del fiordo, dove è praticamente impossibile proseguire: qui potremo godere di una delle viste più emozionanti della Groenlandia. 
Cena e pernottamento presso il rifugio Leif Eriksson o il rifugio di Tasiusaq. 

6° giorno : Tasiusaq, Sermilik  e kayak tra gli iceberg 
Dopo colazione breve trekking fino a una fattoria di Tasiusaq, dove abitano 7 persone in totale isolamento sulle sponde del fiordo di Sermilik solitamente bloccato dal ghiaccio proveniente dal ghiacciaio Eqaloruutsit. In questa zona le fattorie sono numerose e continueremo, infatti, il trekking fino a raggiungere la fattoria di Nunataaq, dove potremo ammirare delle antiche rovine: questo luogo, infatti, un tempo fu una delle sedi dei leggendari vichinghi. Possibilità di passeggiare nella zona per godere delle impressionanti viste sulla Baia di Tasiusaq, sui numerosi iceberg che la ricoprono e sui laghi che sembrano quasi nascosti tra la tundra locale.
Opzionale: Escursione in kayak. Possibilità di contrattare direttamente in loco un'escursione in kayak nella “baia degli iceberg”: si tratta di un’attività di circa due ore di navigazione tra numerosi iceberg e pezzi di ghiaccio in una delle migliori e più sicure baie di tutta la Groenlandia.
Cena e pernottamento presso il rifugio Leif Eriksson o il rifugio di Tasiusaq. 
 
7° giornoLa "Valle dei mille fiorie il ghiacciaio Kiattut
In mattinata attraverseremo il fiordo in imbarcazione semirigida diretti a Narsarsuaq dove si effettua il trekking della "Valle dei mille fiori", una delle escursioni più famose di tutta la regione. La valle, formatasi nel tempo dal retrocedere dei ghiacci ha lasciato dei sedimenti glaciali, tra i quali nascono ogni primavera moltissimi fiori che tingono questa valle di colori stupendi. Il trekking prosegue lungo un sentiero con un certo dislivello fino alla cima, dove si trova il ghiacciaio Kiattut dal quale si possono ammirare delle viste spettacolari del ghiacciaio, la valle e i numerosi nunatak presenti nel fiordo.
Cena a base di specialità Inuit locali.  
Pernottamento presso il rifugio Leif Eriksson o il rifugio di Tasiusaq. 
 
8° giorno: Narsarsuaq e volo di rientro
Trasferimento in imbarcazione semirigida fino Narsarsuaq; tempo a disposizione per un'ultima passeggiata, una visita al museo locale Blue West che riflette la storia della creazione del villaggio di Narsarsuaq dal passato e specialmente il suo ruolo durante la Seconda Guerra Mondiale o possibilità di risalire al “View Point”, una passeggiata di un’ora circa iniziando vicino all’hotel, dalla quale si possono avere viste del fiordo, la pianura di Narsarsuaq e del ghiacciaio del Kiattut. 
Volo per Copenaghen o Reykjavik Keflavik. Pernottamento a Copenaghen o Reykjavik (su richiesta).
 
NOTA BENE: Questo è un tour unico ed esclusivo programmato ed organizzato da professionisti del settore. Conserva tutti gli elementi di avventura e scoperta presenti in tutti i viaggi che proponiamo.
La Groenlandia è il paese più selvaggio dell’emisfero nord, le infrastrutture sono a volte quasi inesistenti e quindi le difficoltà logistiche sono enormi. Questo tour deve essere considerato come una spedizione polare a tutti gli effetti, dove possono verificarsi molteplici circostanze imprevedibili come maltempo, cattive condizioni del terreno e del ghiaccio, problemi logistici o tecnici e/o altro che possono costringere la guida e l’organizzazione a variare il programma stabilito all'origine o a cancellare alcune attività, per questo viene richiesta molta flessibilità, spirito di gruppo e collaborazione da parte del viaggiatore. 
Un proverbio locale groenlandese dice: "Il clima comanda in Groenlandia."
L'itinerario può realizzarsi tanto nel senso descritto nella scheda, come nel senso inverso, e l’ordine delle attività può variare rispetto a quello previsto in programma.


NOTA BENE
La Groenlandia é il paese più selvaggio dell’emisfero nord, le infrastrutture sono a volte quasi inesistenti e quindi le difficoltà logistiche sono enormi. Questo tour deve essere considerato come una spedizione polare a tutti gli effetti, dove possono verificarsi molteplici circostanze imprevedibili come maltempo, cattive condizioni del terreno e del ghiaccio, problemi logistici o tecnici e/o altro che possono costringere la guida e l’organizzazione a variare il programma stabilito all'origine o a cancellare alcune attività, per questo viene richiesta molta flessibilità da parte del viaggiatore. Un proverbio locale groenlandese dice: "Il clima comanda in Groenlandia." L'itinerario può realizzarsi tanto nel senso descritto nella scheda, come nel senso inverso.

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Date e prezzi
Prezzo
14/07/20 / 21/07/20
Quota a persona in camera doppia: partenza da Copenaghen
€ 2495
14/07/20 / 21/07/20
Quota a persona in camera doppia: partenza da Reykjavik
€ 2195
21/07/20 / 28/07/20
Quota a persona in camera doppia: partenza da Copenaghen
€ 2495
21/07/20 / 28/07/20
Quota a persona in camera doppia: partenza da Reykjavik
€ 2195
11/08/20 / 18/08/20
Quota a persona in camera doppia: partenza speciale aurora boreale da Copenaghen
€ 2495
11/08/20 / 18/08/20
Quota a persona in camera doppia: partenza speciale aurora boreale da Reykjavik
€ 2195
18/08/20 / 25/08/20
Quota a persona in camera doppia: partenza speciale aurora boreale da Copenaghen
€ 2495
18/08/20 / 25/08/20
Quota a persona in camera doppia: partenza speciale aurora boreale da Reykjavik
€ 2195
Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Incluso/Escluso

I prezzi si intendono per persona con partenza da Reykyavik o Copenhagen. I voli dall'Italia non sono in coincidenza con quelli per la Groenlandia per cui è Necessario aggiungere almeno una notte a Reykyavik o Copenhagen sia all'andata che al ritorno.


La quota comprende:
- volo di andata e ritorno da Copenaghen o Reykjavik Keflavik a Narsarsuaq;
- trasferimenti in imbarcazione semirigida e con altri mezzi di trasporto in Groenlandia come da programma;
- tutte le escursioni e le attività in programma escluse le attività opzionali;
- tutti i pasti: colazione al mattino, pranzo al sacco tipo pic-nic, e cene con cibi caldi (esclusi quelli dei giorni dei voli e durante i trasferimenti negli aeroporti);
- tutti i pernottamenti in Groenlandia come da programma;
- visita guidata all’antico insediamento di Brattahlid;
- cena di arrivederci a base di specialità Inuit;
- equipaggiamento specifico per la navigazione in imbarcazione semirigida;
- assicurazione medico-bagaglio (obbligatoria);
- guida/accompagnatore di lingua italiana (o di lingua inglese – vedi specifica su singole partenze). 

La quota comprende:
- volo dall'Italia a Reykjavik o Copenaghen (chiedi al tuo consulente di fiducia le migliori quotazioni)
- spese emissione biglietto aereo e gestione pratica (25 euro per persona);
- tasse aeroportuali volo Reykjavik/Narsarsuaq (circa 165-200 euro) – Copenaghen/Narsarsuaq (circa 200 euro);
- pernottamento, trasferimenti e pasti a Reykjavik o Copenaghen (almeno 2 notti) - consultare Terre Polari per i pernottamenti extra;
- escursioni opzionali: escursione con i kayak a Tasiusaq
- abbigliamento personale da montagna;
- pasti/colazione durante i trasferimenti negli aeroporti, nei giorni di volo e quelli non contemplati nel programma;
- pernottamenti, pasti extra, cancellazione dei voli, emissione nuovi voli dovuti a ritardi, cattive condizioni meteorologiche, scioperi aeroportuali, o qualsiasi altra causa che non dipenda dall'agenzia organizzatrice;
- polizza annullamento (facoltativa);
- tutto quanto non espressamente indicato alla voce "La quota comprende".

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Appunti di Viaggio

INFORMAZIONI SUL VIAGGIO

Gruppo: minimo 4 - massimo 12 persone
 
Età minima: L’età minima consigliata per la partecipazione a questo tour è di 12 anni compiuti; il viaggio non è per niente duro o complicato e ben sia adatta alle capacità di un ragazzo/a che sia a suo agio a contatto con la natura.
I minori di 18 anni devono essere accompagnati dai genitori o da un tutore legale.
 
Condizione fisica: Questo è un viaggio attivo ma accessibile a tutti. Per partecipare a questo tour non sono richieste condizioni fisiche particolari, basta contare su una forma fisica normale, avere un minimo di esperienza in montagna, avere voglia di realizzare un’esperienza a stretto contatto con la natura e non aver problemi a dormire in tenda. Tuttavia, si consiglia di fare qualche camminata in montagna prima di partire in modo da arrivare allenati e godersi al meglio il viaggio.
 
Tipologia di tour: Si tratta di un viaggio avventura, livello semplice.
 
Le attività: Tutte le attività programmate sono di livello basso senza difficoltà né rischio, non hanno bisogno di esperienza precedente e sono opzionali. L’escursione sul ghiacciaio con i ramponi sarà guidata da una guida specializzata di Alta Montagna con omologazione internazionale ed è adatta a tutti. L’attività in kayak è una piacevole navigazione su acque tranquille della baia degli iceberg. Il livello può variare enormemente dipendendo dalle condizioni climatiche, è fondamentale seguire attentamente le indicazioni della guida in quanto ci sono luoghi e situazioni che possono essere complicate e potrebbero esserci alcuni punti più scivolosi, altre, invece, il cui passaggio è facile e sicuro. La guida, inoltre, cercherà di coordinare il ritmo delle camminate in base al gruppo e alle condizioni climatiche giornaliere, comunque è importante ricordare che il livello delle escursioni rimane un fattore completamente soggettivo e che dipende da molte variabili come la condizione fisica, le condizioni metereologiche, lo stato del terreno, ecc.
Durante le attività potremo contemplare uno spettacolare paesaggio di colline, tundra, ghiacciai e fiordi in cui galleggiano placidi iceberg dalle forme e dimensioni svariate. Per gli spostamenti si navigherà a bordo di agili imbarcazioni semi-rigide che ci permetteranno di avvicinarci ai maestosi fronti glaciali del Sud della Groenlandia.
 
I trekking: Questo è un viaggio d’avventura a tutti gli effetti: la natura inesplorata e il paesaggio selvaggio lo rendono spettacolare, ma allo stesso tempo richiedono una particolare attitudine nell’affrontarlo. Nonostante questo, il livello dei trekking è facile ed accessibile a tutti: tutti i trekking durano in media dalle 3 alle 5 ore e quello più lungo dura, invece, 5-6 ore e si sviluppa su un terreno di facile percorribilità raggiungendo un dislivello massimo di 600 m. Le giornate di trekking si intervallano con le giornate in cui sono previste altre attività. Tutti i trekking sono facoltativi e chi non se la sente può rimanere nell’accampamento o in ostello.
 





















































Trekking Distanza (km) Durata apross.(h) Dislivello (m) Quota massima(m) Tipo di terreno
Trekking sul ghiacciaio 3 3-4 220 150 Morene/Ghiaccio
Lago Tasersuatsiaq 15 5 500 410 Sabbia/Tundra
Sentiero dei re 9,2 3 200 100 Strada sterrata
Tasiusaq 13,2 4,5 375 200 Sentiero/Tundra
Valle dei mille fiori 13,8 6,5 550 300 Sentiero/roccia

 
Il bagaglio e lo zaino: Durante i trekking ogni partecipante porterà con sé uno zainetto da 25/30 litri con il materiale personale, i vestiti di ricambio, il k-way, la macchina fotografica e il pranzo a sacco. Per una camminata più confortevole, dovrebbero essere ridotti al minimo sia il peso che l’ingombro. Il resto dell’equipaggiamento personale rimarrà nell’ostello o nell’accampamento.
Per il proprio bagaglio personale, l'abbigliamento e il materiale necessario durante il viaggio, si consiglia uno zaino grande o una borsa di viaggio morbida (no valigie). Nella preparazione del bagaglio è fondamentale seguire la lista di materiale consigliato e portare un bagaglio moderato, evitando di portare cose inutili e facilitare i carichi e scarichi dalle imbarcazioni.
 
Il gruppo: Il gruppo va da un minimo di 4 a un massimo di 12 persone. Al tour partecipa un gruppo piccolo di persone, in qualche modo un piccolo gruppo di amici: il numero ridotto di persone rende il clima del viaggio più familiare e rende la convivenza dei membri del gruppo più semplice. Viene richiesto spirito di collaborazione e buona volontà nel creare un ambiente amichevole e gradevole.
Poiché l’organizzazione del viaggio è internazionale, alcune partenze prevedono la partecipazione di gruppi misti in cui sarà possibile conoscere persone di nazionalità diverse dalla propria con cui condividere l’avventura e instaurare rapporti di amicizia basati sulla reciproca comprensione. È comunque prevista guida o accompagnatore di lingua italiana per tutte le partenze in programma se non diversamente specificato.
A questo tour spesso partecipano piccoli gruppi di amici o famiglie i cui figli sono appassionati di avventura e vogliono vivere un’esperienza a contatto con la natura selvaggia. Il nostro staff è in grado di consigliarvi e darvi ulteriori dettagli in merito per garantire la migliore preparazione del vostro soggiorno nella terra degli Inuit.
 
La guida: Le guide di quest’avventura accompagnano il gruppo attraverso le bellezze naturali del Sud della Groenlandia, conoscono bene gli itinerari previsti, guidano i trekking e coordinano il gruppo. In caso di pericolo e di condizioni meteo avverse hanno facoltà di modificare il programma se lo ritengono necessario. Le guide sovraintendono sulla sicurezza del gruppo, i partecipanti devono seguire le indicazioni di comportamento da loro fornite per lo svolgimento dell’itinerario. Durante la permanenza e l’avventura nel sud della Groenlandia, è possibile che diverse guide si alternino e si incarichino della buona riuscita del programma descritto. In alcuni casi, nelle partenze “Italiane”, potrebbe esserci la presenza di una guida affiancata da un accompagnatore/traduttore di lingua italiana.
 
Le attività comuni: Quest’avventura, come tutte quelle proposte da Terre Polari, richiede spirito di collaborazione, complicità, solidarietà e lavoro in squadra, elementi fondamentali sono anche il buon umore, un clima amichevole e tolleranza verso i compagni di viaggio. La guida coordinerà e parteciperà a tutte le operazioni comuni in cui viene richiesta la piena collaborazione di tutti: carico e scarico delle imbarcazioni, preparazione  dei pasti, lavaggio dei piatti e tutte le altre necessità che possano sorgere. 
 
L’accampamento: Il campo base di Qaleraliq è situato in uno dei luoghi più spettacolari della regione, dove potremo sperimentare la natura selvaggia e incontaminata della Groenlandia e dove, oltre a quest’accampamento, sono assenti altri segni della presenza umana. È costituito da una tenda tipo domo confortevole e dotata di fornelli a gas, utensili da cucina, tavoli e sedie da campeggio che funge da cucina e sala da pranzo comune, dove saranno servite colazioni e cene.
Il pernottamento è previsto in varie tende in spazi condivisi dotati di brandine e si dorme nei propri sacchi a pelo. L’accampamento dispone inoltre di bagno secco esterno e condiviso, situato a circa 50 m. di distanza. L’accampamento si trova a circa 150 m dal punto di sbarco dall’imbarcazione semi-rigida, e i partecipanti, con la collaborazione della guida, si incaricheranno di trasportare i propri bagagli presso le tende.Nell’accampamento non c’è la possibilità di ricaricare pile e batterie con energia elettrica: si consiglia pertanto di portare con sé pile/batterie di ricambio o in alternativa un piccolo pannello solare da viaggio.
 
Pernottamento: Qassiarsuk si pernotta presso il Leif Eriksson Hostel, rifugio ubicato nelle immediate vicinanze delle rovine dell'antico insediamento vichingo e del monumento dedicato al marinaio vichingo di cui porta il nome, il leggendario figlio di Eric Il Rosso. L'ostello è confortevole e con una spaziosa terrazza con bella veduta del fiordo, dispone di camere multiple con docce e servizi comuni. Si dorme nei propri sacchi a pelo. E’ possibile utilizzare Wi-Fi a pagamento.
A Tasiusaq si soggiorna in un accogliente ostello, situato in una piacevole fattoria abitata da 7 persone. Pernottamento in
camere quadruple con bagno chimico condiviso. Si dorme nei propri sacchi a pelo. L’ostello dispone di un accogliente spazio comune e di una terrazza dalla quale si possono ammirare delle viste spettacolari sull’area circostante.
I pernottamenti previsti all’ostello Leif Eriksson e all’ostello di Tasiusaq potrebbero essere sostituiti con pernottamenti in altre strutture della zona con le stesse caratteristiche.
 
Clima: Le condizioni meteorologiche in Groenlandia sono molto variabili. Nonostante il clima nel sud della Groenlandia sia abbastanza temperato, è necessario essere sempre ben equipaggiati per l’eventualità di precipitazioni. Le temperature superano spesso i 15º in luglio, in agosto si mantengono tra i 5º e i 10º con occasionali gelate durante la seconda metà del mese. In settembre le temperature oscillano tra i 5º e gli 8º durante il giorno, arrivando a scendere fino ai -5º durante la notte.
 
Condizioni del ghiaccio e del terreno: La corrente della Groenlandia orientale trascina con sé una gran quantità di ghiaccio proveniente dall'oceano artico, che comincia a bloccare il sud dell'isola nel mese di maggio. Durante la seconda metà del mese di luglio, la deriva può ostacolarela navigazione. Sebbene accada raramente, può diventare impossibile raggiungere alcune zone per mare quindi si farà un percorso alternativo. Ad ogni modo in agosto e settembre il mare è libero dai ghiacci della banchisa. In tutta questa zona nel mare sono presenti numerosi iceberg.
Le escursioni si realizzeranno lungo strade e sentieri di tundra o roccia. L’escursione sul ghiacciaio Qaleraliq permetterà di esplorare varie formazioni di ghiaccio come crepe, canali di scolo, grotte.
 
Aurora Boreale: L'Aurora Boreale rappresenta una delle manifestazioni naturali più suggestive del pianeta, uno spettacolo di luce in movimento che delizia il cielo nelle serate più serene e limpide delle regioni polari. Generalmente sono osservabili solo in inverno, ma la regione meridionale della Groenlandia offre la possibilità di ammirare questo fenomeno anche in estate da metà di agosto a marzo, con cielo limpido e oscurità quando la luce estiva inizia a essere più fioca durante le lunghe e luminose serate artiche. Il sud di questa regione è famoso per essere uno dei migliori luoghi per osservare le aurore boreali. Questo spettacolare fenomeno in realtà avviene durante tutto l’anno ma non è possibile osservarlo nei mesi di  maggio, giugno e luglio, in Groenlandia, dovuto al sole di mezzanotte.
 
Navigazione e imbarcazioni: I tragitti via mare si effettuano con un’imbarcazione semirigida a motore (tipo zodiak), guidata da personale esperto nella navigazione delle acque del sud della Groenlandia. Si tratta del mezzo di trasporto ideale per effettuare brevi tragitti in tempi rapidi, avvicinarci ai fronti glaciali o navigare tra gli iceberg, sfruttando al meglio il tempo da trascorrere a terra. Queste imbarcazioni sono molto sicure, permettono di raggiungere zone inaccessibili con altri mezzi grazie alla loro versatilità e alla superficie ridotta, e accentuano lo spirito d’avventura. Tutte le imbarcazioni utilizzate durante il tour sono inoltre registrate, approvate e conformi a tutte le misure di sicurezza della Marina Danese.
Per la navigazione l'organizzazione fornirà ad ogni partecipante tutto il materiale di sicurezza necessario. Per alcuni tratti gli spostamenti con imbarcazione semi-rigida potranno essere alternati ad altri mezzi di trasporto.
 
Alimentazione: Durante la cena Inuit si ha la possibilità di assaggiare alcuni degli alimenti tipici della cucina Inuit: carne di foca, di balena e di caribù, fletan affumicato, anmassat e baccalà essiccato,  ecc.
A questa latitudine nord la scelta degli alimenti è molto limitata, tuttavia, faremo il possibile per offrire il massimo nella scelta degli alimenti. Il pranzo é solitamente un buffet freddo tipo pic-nic mentre la cena é sempre un pasto caldo preparato presso il luogo dove si pernotta dalla guida assieme alla collaborazione del gruppo: alcuni prodotti sono in scatola.               
Qualora il viaggiatore abbia delle esigenze alimentari particolari, intolleranze, celiachia, o sia vegetariano, deve segnalarlo prima della partenza compilando un apposito modulo al momento della prenotazione; in questo modo le guide possono essere informate delle specificità di ognuno e venire incontro, nel limite del possibile, alle esigenze di tutti i viaggiatori.

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
1 Commenti
mara.altamura

alle ore 10:47 del 11 settembre

5.0/5.0

La vacanza in Groenlandia è stata per una grande emozione per il sito e per il popolo che lo abita. I colori del ghiaccio...i torrenti...gli odori della vegetazione uniti a quelli del mare e del vento che porta ovunque la vita che si esprime in questa terra lasciano il cuore in estasi! I sensi sono risvegliati dal potere di una naturalità che nella vita goffamente creduta civiltà, rimangono dormienti. La guida, mandata da "terre polari" era alla sua prima esperienza, unico motivo per cui scusarla per il suo comportamento. Non ha saputo entrare in empatia con il gruppo, non ha mostrato nessuna passione per il suo lavoro, non ha saputo incoraggiare nei rari momenti di sconforto (rischio di rimanere al campo base davanti al ghiacciaio per le condizioni avverse del mare). Ha dimostrato fastidio nei miei confronti, essendo vegetariana e l'unica del gruppo a non mangiare né carne né pesce, durante l'ultima cena in rifugio ha preparato un insalata di Angelica (unico vegetale del posto che avrei desiderato assaggiare) condito con pesce. Con evidente soddisfazione mi ha detto che non era per me. Omelette e barbabietola... Pic nic e cene per tutta la settimana hanno visto tanto tanto formaggio....solo una o due volte legumi in scatola. Antonio la "guida" è stata la prima volta che sono accompagnata da una guida così sgradevole. Mentre al campo base ci ha accolto Francesco Bongiov anni: esemplare di guida e custode di un campo tenuto al meglio che meglio non si poteva avere. Ottimo interlocutore e sincero e appassionato del suo ruolo. Molte delle curiosità del trekking le ho conosciute grazie alla sua paziente e cortese attenzione alle mie curiosità. Grazie Francesco Boncompagni! La prossima volta che vorrò fare un trekking chiederò mi sia dato in consultazione il C.V. della guida. E' stato un mio errore fidarmi della serietà professionale del singolo. Grazie EVOLUTION TRAVEL! Terre Polari.....un pò di qualità in più non sarebbe male!!! Mara Altamura

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!

Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!